intestazione2018 1

Sede provvisoria Via Monte Grappa 6 - 41034 Finale Emilia (MO) - Centralino Tel. 0535.788111 - Fax. 0535788130P.E.C. comunefinale@cert.comune.finale-emilia.mo.it 

IBAN: IT82E0611566750000000133314 - SWIFT CRCEIT2

Mercoledì 26 Settembre 2018

 RERALLERTE2017 

     Seguici anche su:

   facebook-logotwitterGoogle-Plus-Logo2logo youtube

Cerca nel sito del Comune di Finale Emilia

 

TRIBUTI - ALIQUOTE IMU TASI TARI E PUBBLICITA'

 

vai alla pagina con la documentazione completa del tributo: IMU

vai alla pagina con la documentazione completa del tributo: IRPEF

vai alla pagina con la documentazione completa del tributo: TASI

vai alla pagina con la documentazione completa del tributo: TARI

vai alla pagina con la documentazione completa del tributo: TOSAP

vai alla pagina con la documentazione completa del tributo: PUBBLICITA'

 

 

2016

L'Amministrazione Comunale informa gli utenti che, solo ed esclusivamente per l'annualità 2016, la scadenza per il pagamento dell'imposta annuale di pubblicità è stata ulteriormente posticipata al 31/07/2016 con versamento a favore del Comune di Finale Emilia.

Inoltre dal 1 gennaio 2016 e fino a data da definire i servizi TA.RI. e PUBBLICITA' ED AFFISSIONI saranno temporaneamente ubicati presso la SEDE MUNICIPALE PROVVISORIA DI VIA MONTE GRAPPA N. 6 (EX CORNI) PIANO TERRA. 

ORARI DI RICEVIMENTO AL PUBBLICO: MARTEDI' E GIOVEDI' 9,00 - 12,00

ALIQUOTE TASI  ANNO 2016  APPROVATE CON ATTO  C.C. N. 62  DEL 30/04/2016    

ALIQUOTE IMU ANNO 2016 APPROVATE CON ATTO C.C. N.  64 DEL 30/04/2016

TARI - TASSA RIFIUTI DELIBERA 2016            TASI - TRIBUTO PER SERVIZI INDIVISIBILI 2016

TARI. Comunicato sugli avvisi 2017

 

COMUNICAZIONE. A seguito errore di stampa, nei modelli F24  emessi  per gli avvisi di versamento TARI  anno 2016 sono state  erroneamente barrate, riferite alla prima e seconda rata,  le caselle  acconto / saldo.

Tenuto presente che le ultime indicazioni dell'Agenzia Entrate non richiedono la predetta  barratura,  si chiede di ignorare la compilazione di tale campo. Tale indicazione vale solo ed esclusivamente per il codice tributo 3944

Modelli per TARI 

Files:
TARI Dichiarazione Utenze NON Domestiche Versione:2016
Data 13-09-2016 Dimensioni 97 KB Download 1249
TARI Dichiarazione Utenze Domestiche Versione:2016
Data 13-09-2016 Dimensioni 101.5 KB Download 1243
TARI compostaggio domestico Versione:2016
Data 13-09-2016 Dimensioni 0 B Download 1128

 

IMU - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA 2016    Allegato alla delibera G.C. N. 51 del 22/03/2016 “Determinazione dei valori delle aree edificabili ai fini IMU – anno 2016”

ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF - ANNO 2016

TARIFFE DIRITTI AFFISSIONE E IMPOSTA PUBBLICITA' VIGENTI PER L'ANNO 2016

 

Clicca per calcolare direttamente l'imposta (collegamento esterno)

 

 MODELLO RICHIESTA DI RIMBORSO

 

IMU TASI 2015

 

GUIDA AL CALCOLO DELL'ACCONTO IMU e TASI 2015 - SCADENZA 16 GIUGNO 2015

Istruzioni per la compilazione della dichiarazione dell'imposta municipale propria

MODELLO MINISTERIALE DICHIARAZIONE IMU

MODELLO DICHIARAZIONE TASI 2015

VALORE AREE 2015

Aliquote IMU 2015 (ALIQUOTE IMU ANNO 2015 APPROVATE CON ATTO C.C. N.  111 DEL 28/07/2015)

Aliquote TASI 2015 (ALIQUOTE TASI ANNO 2015 APPROVATE CON ATTO C.C. N. 112 DEL 28/07/2015)

 

CALCOLO ON LINE E STAMPA MODELLO F24 (SITO ESTERNO)

 Calcolo IMU 2015          Calcolo TASI           Calcolo IMU TASI 2015

 

 

 

 IMU TASI 2014

Nel consiglio comunale del 14 luglio 2014 sono state determinate e approvate le nuove aliquote IMU (C.C. atto n. 84 e modificata con atto C.C. 148 del 29.9.2014) e TASI (C.C. atto n. 86).

Nei file allegati, vengono fornite tutte le informazioni relative ad aliquote, detrazioni e codici tributo.

 

Aliquote IMU 2014 (ALIQUOTE IMU ANNO 2014 APPROVATE CON ATTO C.C. N. 84 DEL 14/07/2014 e MODIFICATA CON ATTO C.C. N. 148 DEL 29/09/2014)

Aliquote TASI 2014

 

 

PER INFORMAZIONI RELATIVE AI FABBRICATI COLPITI DA SISMA SI RIMANDA ALLA COMUNICAZIONE IMU 2012 -  2013

 

Scarica la Tabella Aliquote IMU Anno 2013 aggiornata al C.C. 44 del 4.4.42013 e C.C.96 DEL 27.09.2013

Scarica la Tabella Aliquote IMU Anno 2013 in formato PDF.

 

 

Scarica la determinazione VALORE AREE FABBRICABILI  ANNO 2014

Scarica la Determinazione Valore Aree Fabbricabili ai fini IMU Anno 2013.

Scarica il Regolamento.

Si applicheranno dal 2018 i nuovi divieti relativi all’installazione e all'utilizzo di generatori di calore a biomassa con elevate emissioni inquinanti.

Con Dgr n. 1412 del 25 settembre 2017, la Regione Emilia-Romagna attua quanto previsto dal Piano aria integrato regionale (Pair 2020) e dal nuovo Accordo di bacino padano 2017, stabilendo tra le atre cose che:

• a partire dal 1° ottobre 2018, nelle unità immobiliari dotate di sistema multi combustibile ubicate nei Comuni situati a quota altimetrica inferiore ai 300 m, è vietato (dal 1° ottobre al 31 marzo di ogni anno) l'uso di biomassa legnosa nei generatori di calore con classe di prestazione emissiva inferiore a "2 stelle" e nei focolari aperti o che possono funzionare aperti;

• a partire dal 1° ottobre 2018, è vietato installare generatori con classe di prestazione emissiva inferiore alla classe "3 stelle";

• a partire dal 1° gennaio 2020, è vietato installare generatori con classe di prestazione emissiva inferiore alla classe "4 stelle";

• a partire dal 1° ottobre 2018, è obbligatorio utilizzare, nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, pellet certificato in classe A1 e che rispetti le condizioni previste dall'allegato X, Parte II, sezione 4, paragrafo 1, lettera d) alla parte V del Dlgs n. 152/2006

La delibera regionale, inoltre, ai sensi dell'Accordo di bacino padano approva la classificazione ambientale dei generatori di calore alimentati con biomassa legnosa, basata sull'introduzione di 5 classi ambientali (da 1 stella a 5 stelle) in funzione delle emissioni inquinanti specifiche e del rendimento.

Riferimenti

• Dgr Emilia-Romagna 25 settembre 2017, n. 1412 Misure per il miglioramento della qualità dell'aria - Attuazione del Piano aria integrato regionale (Pair 2020) e del nuovo Accordo di bacino Padano 2017
in Nextville (Osservatorio di normativa energetica)

Nelle frazioni cambieranno le modalità di raccolta. GEOVEST ha mandato alle famiglie la lettera sottostante con le nuove regole.

in questi giorni sta variando il servizio di raccolta dei rifiuti nei centri abitati di Finale Emilia, con l’eliminazione dei cassonetti stradali per indifferenziato e la trasformazione del servizio di raccolta dell’organico.

Si allegano le informative che sono state consegnate ai residenti dei centri abitati, e che invitiamo a leggere attentamente.

I cassonetti stradali per l’indifferenziato nella località CASONI DI SOPRA e CASONI DI SOTTO erano stati già eliminati da qualche anno, per evitare episodi di abbandono e abuso da parte di passanti (o residenti), organizzando la raccolta secondo il calendario della zona “forese”.

Le vie in indirizzo, nel calendario di raccolta dei rifiuti “SOTTO CASA”, sono ancora classificate “forese” e godono dei relativi servizi (servizio raccolta domiciliare per indifferenziato, carta, imballaggi in plastica e vetro/lattine), nonostante tutti i civici siano in realtà all’interno del cartello di località, perciò in realtà “centro abitato” a tutti gli effetti.

Ora è possibile uniformare il servizio di CASONI a quello del resto del Centro abitato.

In pratica non verrà più eseguito il servizio di raccolta domiciliare del VETRO/LATTINE (siete invitati ad utilizzare le campane o i bidoni stradali), mentre verrà mantenuto il servizio di raccolta dell’organico e, per chi lo desidera, potrà essere organizzato il servizio del ritiro domiciliare del VERDE LEGGERO.

Dal 01 OTTOBRE 2018 siete invitati ad utilizzare il servizio di raccolta domiciliare consultando il calendario della zona 4 (vai al calendario GEOVEST)

Prima di tale data, un tutor sarà presente a Casoni, con preavviso, per incontrare i residenti e fornire chiarimenti.

Certi della collaborazione e, rimanendo a disposizione per ogni informazione (preferibilmente scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) porgiamo cordiali saluti, 

                                                                                                                 

                                                                                                                                  Il Responsabile Struttura Tecnica

                                                                                                                               Mario Monti

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del Consorzio di Burana

Si informano Enti e Amministrazioni ricadenti nel Comprensorio del Consorzio della Bonifica Burana, nonché le associazioni interessati alla salvaguardia della fauna ittica, che è di prossima ultimazione la campagna irrigua 2018 per attingimento da canali di bonifica. Come di consueto le manovre di svuotamento dei canali invasati per consentire l'irrigazione si svolgeranno con la massima gradualità, favorendo il trasferimento della fauna ittica nelle zone con presenza di _ acqua. Tali operazioni verranno effettuate, presumibilmente, già dall'ultima settimana del mese di Settembre.
Si precisa che i canali con funzione promiscua, quando non vengono più alimentati dai corsi d'acqua naturali per consentire la distribuzione irrigua, accolgono soltanto acque meteoriche e acque reflue; in questa condizione, prevalentemente di scolo, la qualità delle acque dei canali dipende in
buona misura anche dalla qualità degli scarichi. Si prega infine di dare la massima divulgazione all'informativa. Si ringrazia per la gentile collaborazione e con l'occasione si porgono cordiali saluti

Poichè sui social network e su organi di stampa online è apparsa la notizia di un nuovo incendio lla centrale Enelgreenpower di Massa Finalese, come amministrazione comunale abbiamo voluto verificare la situazione.

Questa mattina come Assessore All'Ambiente, insieme ad un tecnico dell'ufficio Ambiente mi sono recato sul posto per una verifica in presa diretta.
Le maestranze della società ci hanno accolto e ci hanno accompagnati sul luogo dell'evento.
In questo caso non si sono incendiate le biomasse stoccate, ma ha preso fuoco, si pensa per ragioni di sfregamento con un cuscinetto, il nastro trasportatore che conduce la massa vegetale dal deposito all'impianto.
I vigili del fuoco subito allertati sono prontamente intervenuti e nel giro di poche ore l'evento è stato circoscritto e completamente risolto. Al momento l'attività dell'impianto è sospesa, ma sul luogo sono già operativi i tecnici per la sostituzione delle parti danneggiate. 
Trattandosi di un piccolo evento dovuto a cause meccaniche come amministrazione comunale abbiamo deciso di non prendere ovviamente alcun provvedimento se non quello di continuare nella più assidua vigilanza per la tutela della salute dei cittadini del Comune di Finale Emilia.
Assessore all'Ambiente Gianluca Borgatti
Pagina 1 di 460

I cookies vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. I Cookies sono impiegati per il funzionamento essenziale del sito e per la raccolta dati di navigazione utente. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information